FORMAZIONE PER RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA E L’AMBIENTE

In ottemperanza al D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Durata: 40 ore

PREMESSA
L'adozione da parte delle aziende di sistemi di gestione integrata salute, sicurezza, ambiente e la complessità della normativa soprattutto in materia ambientale richiedono una più alta qualificazione degli RLS, unita ad una sua concreta partecipazione alle politiche aziendali finalizzate alla prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro. Considerato quanto indicato, la figura del RLS, nell'ambito dei programmi di formazione già definiti, dovrà vedere arricchita la sua competenza sui temi dell'ambiente assumendo il ruolo di Rappresentante dei lavoratori per la salute, la sicurezza e l'ambiente (RLSA). Di conseguenza il percorso formativo previsto per obbligo di legge (ex DM 16/01/97) di 32 ore è stato portato a 40 ore totali (accordo specifico di settore).
Gli argomenti del corso sono aggiornati alle modifiche apportate al Testo Unico D.Lgs. 81/08 s.m.i. dalla Legge 98/2013 (conversione con modifiche del Decreto Lavoro) e dalla Legge 99/2013 (conversione con modifiche del Decreto Lavoro).
OBIETTIVI
Il corso consentirà ai partecipanti di migliorare la conoscenza del proprio ruolo, di comprenderne i limiti e le sfaccettature, di riconoscere le implicazioni penali di cui tener conto e di acquisire gli strumenti cognitivi ed operativi per l’assolvimento delle proprie funzioni.

 METODOLOGIA
La metodologia didattica è stata studiata allo scopo di facilitare e sostenere lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti e si privilegerà un approccio pragmatico ed interattivo che comportano la centralità dell’allievo nel percorso di apprendimento.

Destinatari:
Coloro che in Azienda sono nominati come Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza e Ambiente.

Modalità di iscrizione e scontistica:
le iscrizioni potranno essere anticipate via e-mail, telefono oppure on line. Andranno confermate via fax con l’invio della scheda allegata almeno 10 giorni prima dell’inizio del corso. Verranno valutate forme particolari di sconto nei seguenti casi:
- Per partecipazioni multiple provenienti dalla stessa azienda;
- Per iscrizione contemporanea a più corsi;
- Per i clienti ai quali forniamo servizi di consulenza.

ARTICOLAZIONE DEL CORSO:
Il corso, della durata complessiva di 40 ore, sarà articolato in otto moduli. La metodologia proposta favorirà un attivo coinvolgimento degli allievi, ne stimolerà l’interesse, ne incoraggerà la discussione su casi pratici. Si favorirà l’acquisizione di conoscenze in materia di salute e sicurezza del lavoro tali da assicurare al discente adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi. A seguito della frequenza al corso, prevedendo una possibilità di assenze non superiore al 10% verrà rilasciato apposito attestato valido a tutti gli effetti di legge su tutto il territorio nazionale.

PROGRAMMA
Modulo Normativo – giuridico – 4 ore
·         Il Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
·         La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
·         La “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. N 203/2011, e s.m.i. (CENNI);
·         Il sistema istituzionale della prevenzione;
·         I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità;
·         Il sistema di qualificazione delle imprese (CENNI).
Modulo - Gestionale - gestione ed organizzazione della sicurezza-4 ore
·         I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
·         La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi;
·         Statistiche e registro degli infortuni;
·         La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori;
·         Il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologia);
·         I modelli di organizzazione e gestione della sicurezza (CENNI);
·         Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione (CENNI);
·         Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza (CENNI);
·         La gestione della documentazione tecnico amministrativa.
·         L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze.
Modulo: Tecnico - Relazionale – 4 ore
·         Il rischio da stress lavoro-correlato;
·         I rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi;
·         Definizione e percezione del rischio dal punto di vista psicologico e dei comportamenti non coerenti rispetto alla propria specifica realtà aziendale;
·         Fattori determinanti nella percezione del rischio.
Modulo 4 Relazionale - formazione e consultazione dei lavoratori - 4 ore
·         Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo;
·         Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale;
·         Il sistema delle relazioni aziendali e le tecniche di comunicazione in materia di sicurezza;
·         Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti;
·         Il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda;
·         La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
·         Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
Modulo: Tecnico - valutazione di rischi specifici- 4 ore
·         Rischio da ambienti di lavoro;
·         Rischio elettrico;
·         Rischio meccanico, Macchine, Attrezzature, Impianti;
·         Rischio movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto);
·         Rischio cadute dall’alto;
·         Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti;
·         Rischio di incendio e di esplosione:
·         Il quadro legislativo antincendio e CPI;
·         Attività soggette ed attività regolate dal DM 10/03/98;
·         Gestione delle emergenze elementari;
·         Piani di evacuazione ed esodo.
Modulo-Tecnico - valutazione di rischi specifici- 4 ore
·         Principali malattie professionali;
·         Rischio cancerogeni e mutageni;
·         Rischio chimico;
·         Rischio biologico;
·         Tenuta dei registri di esposizione dei lavoratori alle diverse tipologie di rischio che li richiedono.
Modulo - Tecnico - valutazione di rischi specifici- 4 ore
·         Rischio rumore;
·         Rischio vibrazioni;
·         Rischio videoterminali;
·         Rischio movimentazione manuale dei carichi;
·         Rischio da radiazioni ionizzanti e non ionizzanti;
·         Rischi da campi elettromagnetici;
·         Il microclima;
·         L’illuminazione.
Modulo - Gestionale - gestione ed organizzazione della sicurezza-4 ore
·         La “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. n. 231/2001 e s.m.i.
·         I modelli di organizzazione e gestione della sicurezza:
·         Definizione di un sistema per il controllo della efficienza e della efficacia nel tempo delle misure attuate Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL);
·         Contenuti minimi del SGSL;
·         Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
·         Il sistema di qualificazione delle imprese;
·         Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza;
·         Responsabilità solidale del datore di lavoro committente.
Modulo 5 Ambiente - Normativa, standard di riferimento ed elementi di sistema-8 ore-
·         Disposizioni comuni relative al decreto legislativo 152/2006 e successive modifiche e integrazioni;
·         Procedure per la valutazione ambientale strategica (vas), per la valutazione d’impatto ambientale (via) e per l’autorizzazione ambientale integrata (IPPC);
·         Norme in materia di difesa del suolo, di tutela delle acque dall’inquinamento e di gestione delle risorse idriche;
·         Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati;
·         Norme in materia di tutela dell’aria e di riduzione delle emissioni in atmosfera;
·         Norme in materia di tutela risarcitoria contro i danni all’ambiente.


KEYWORDS:
FORMAZIONE, RLS, 81/08, SALUTE, SICUREZZA, AMBIENTE, PREVENZIONE, PROTEZIONE, RISCHIO, CHIMICO, INCENDIO, PETROLCHIMICO, ESPOSIZIONE, DPI, SICUREZZA, OBBLIGHI, NORME DI SICUREZZA, ORGANIZZAZIONE, SANITA’, ROMA

My Instagram


AZIENDA - LAVORA CON NOI - COOKIE POLICY - PRIVACY POLICY - DOVE SIAMO - CONTATTI

Copyright © Alfa Ambiente C.F./P.IVA 05716551006