IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Il DVR e l’analisi dei rischi presenti sui luoghi di lavoro




Cos'è il DVR?

Il documento di valutazione dei rischi (DVR) è un elemento fondamentale del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/2008) che tutte le attività devono obbligatoriamente redigere, custodire e esibire agli organi di controllo in caso di ispezione o richiesta di verifica.
Il fine ultimo del DVR è quello di identificare e valutare tutti i rischi presenti in un’azienda per poi procedere con le adeguate misure di prevenzione e protezione garantendo così la sicurezza dei lavoratori.

Chi ha l’obbligo di redigere il DVR?

Il datore di lavoro, che ha almeno un dipendente, ha l’obbligo di redigere il DVR, così come stabilito dall’art. 17 del D.Lgs. n.81/2008, e deve elaborarlo entro novanta giorni dalla data dell’inizio dell’attività. Sono esonerate tuttavia dall’obbligo di redigere il DVR tutte le attività che non hanno dipendenti, ossia:
  • Le imprese familiari;
  • Le ditte individuali;
  • I liberi professionisti;
  • Le aziende con un solo socio lavoratore.

Il datore di lavoro nell’elaborazione del DVR può collaborare sia con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) il quale pianifica appunto le misure di prevenzione e protezione, sia con il Medico Competente (MC) il quale predispone il piano riguardo la sorveglianza sanitaria e sia con il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

Cosa deve contenere il DVR?

Il DVR deve contenere una valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori e per ogni valutazione, la scelta delle misure di prevenzione e protezione adottate per ridurre il rischio.
Tuttavia, gli altri elementi fondamentali che devono essere presenti al suo interno sono:
  • Gli elementi anagrafici dell’attività;
  • La descrizione di tutte le procedure volte ad eseguire le misure di prevenzione e protezione;
  • L’individuazione delle figure che hanno collaborato alla valutazione dei rischi (RSPP, RLS, Medico Competente);
  • L’individuazione delle mansioni da cui possono derivare eventuali rischi e che di conseguenza richiedono specifiche competenze e formazione professionale;
  • Una valutazione specifica relativa ai rischi riguardanti le eventuali lavoratrici in stato di gravidanza;
  • Una menzione e una valutazione dello Stress Correlato al Lavoro specifico;
  • La data in cui è stata effettuata la valutazione e la redazione del documento.

Quando è necessario aggiornarlo?

Per quanto riguarda la revisione del DVR, l’art 29 del Testo Unico, rivisitato dal D.Lgs 106/09 definisce che la rivalutazione del documento debba essere effettuata nel caso si verifichino:
  • Rilevanti modifiche che riguardano l’organizzazione interna della azienda (acquisto di nuovi strumenti o macchinari, ristrutturazioni, ecc.);
  • Considerevoli infortuni o malattie professionali;
  • Nuove nomine all’interno dell’organizzazione circa la sicurezza;
  • Cambi di sede;
  • Aggiornamenti che riguardano le normative.

Contattaci


E' possibile richiedere ulteriori informazioni e preventivi gratuiti:
  • Chiamando subito al numero 06.5410521;
  • scrivendo all'indirizzo a info@alfambiente.it;
  • oppure compilando il semplice form sulla destra;
  • Utilizzando una delle soluzioni suggerite nella pagina contatti.

Entro 24 ore sarete ricontattati da personale di riferimento della Alfa Ambiente Consulting per individuare la soluzione ideale alle vostre esigenze o, se preferite, per fissare un appuntamento gratuito e senza impegno.




Posta un commento

My Instagram


AZIENDA - LAVORA CON NOI - COOKIE POLICY - PRIVACY POLICY - DOVE SIAMO - CONTATTI

Copyright © Alfa Ambiente C.F./P.IVA 05716551006