Il d.lgs. n. 231/2001 e la salute e sicurezza sul lavoro. Legislazione, sentenze ed emergenza Coronavirus.


Il sistema italiano di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali è caratterizzato da una notevole complessità, a maggior ragione ove si considerino le disposizioni emergenziali rispetto alla tutela dei lavoratori e al rischio di contagio da Covid-19. L’efficacia delle misure di salute e sicurezza in azienda dipende, come costantemente sottolineato dalla più recente giurisprudenza, da una corretta organizzazione aziendale, adeguatamente definita e in grado di elaborare le procedure di riferimento (valutazione dei rischi, formazione, informazione, addestramento, sorveglianza sanitaria) e garantire la loro attuazione da parte di chiunque, lavoratori compresi. In tale contesto la scelta dell’azienda di adottare un modello di organizzazione e gestione per la salute e sicurezza sul lavoro si qualifica come assolutamente opportuna, per evitare la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (d.lgs. n. 231/2001) ma anche per corrispondere a quanto la normativa vigente (e non è poco) chiede alle imprese.

OBIETTIVI

Partendo dai principi giuridici vigenti in materia di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (d.lgs. n. 231/2001), con particolare riferimento alle relazioni intercorrenti tra tale materia e la salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30 del d.lgs. n. 81/2008), il corso si sofferma sulle caratteristiche che i modelli di organizzazione e gestione della sicurezza debbono possedere (anche tenendo conto di quanto richiesto dalla ISO 45001) e su come al riguardo si è espressa la giurisprudenza, anche rispetto alle responsabilità penali individuali dei vertici aziendali. Altro obiettivo del corso è tener conto delle più corrette prassi aziendali per progettare correttamente le procedure dei modelli di gestione, a partire dalle procedure disciplinari, e considerare l’impatto sulle organizzazioni del lavoro delle disposizioni emergenziali, che ciascuna azienda deve attuare rispetto al Coronavirus.

DOCENTE 

Lorenzo Fantini. 

Avvocato specializzato in diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale ed è stato assistente presso la cattedra di diritto del lavoro dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma. Autore di numerose pubblicazioni, ha diretto – dal 2003 al 2013 – le divisioni “salute e sicurezza” del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ed è stato più volte rappresentante italiano presso organismi europei ed internazionali e Presidente del Casellario Centrale Infortuni INAIL..


DESTINATARI

Tutte le figure della prevenzione aziendale (datori di lavoro, dirigenti ect.) coinvolte nella gestione dei modelli di organizzazione della salute e sicurezza sul lavoro, Responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione, consulenti in materia prevenzionistica, docenti dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

DURATA 

8 ore

CONTENUTI

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e la salute e sicurezza sul lavoro
L’articolo 30 del d.lgs. n. 81/2008: il modello di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
Quando un modello è adottato e quando è efficacemente attuato
Importanza della identificazione dei ruoli dell’organizzazione aziendale (dirigenti e preposti)
La creazione di procedure disciplinari in caso di violazione del modello
I modelli di gestione: certificazioni BS OHSAS 18001 e ISO 45001
Il modello di gestione come esimente per le responsabilità penali individuali
Analisi della giurisprudenza: il perché delle condanne e delle assoluzioni
Recenti orientamenti in tema di responsabilità individuali: un nuovo indirizzo
Le responsabilità individuali e di impresa rispetto al Covid-19
Il c.d. “scudo penale”: cosa è e che prevede
Contagio da Coronavirus al lavoro e responsabilità (anche di impresa)
I protocolli aziendali anti-contagio e il loro inserimento nel modello di gestione
Ultime e prossime novità in materia di Coronavirus
Verifica finale di apprendimento


SEDE DEL CORSO IN AULA

Alfa Ambiente Consulting srl
a Roma (Trastevere) - Scala A, I Piano
in Via A. Bargoni, 8 - 00153 


MODALITA' DI FRUIZIONE DEL CORSO IN WEBINAR

Il corso verrà erogato anche in modalità Webinar in presenza tramite una connessione internet.
La partecipazione attiva alle nostre lezioni è garantita grazie alla creazione di vere e proprie aule virtuali. Il docente collegato in tempo reale con l’aula, mostrerà durante il corso le sue slide e sarà pronto a rispondere alle eventuali domande che gli verranno formulate dai partecipanti


COME ISCRIVERTI

Per iscriverti al corso, puoi contattarci tramite:

  • Mail a: info@alfambiente.it;
  • Telefono, parlando con la Referente allo 06 5410521 (int. 12);
  • Compilando la scheda di iscrizione on line.

 



My Instagram


AZIENDA - LAVORA CON NOI - COOKIE POLICY - PRIVACY POLICY - DOVE SIAMO - CONTATTI

Copyright © Alfa Ambiente C.F./P.IVA 05716551006